BeerCup 2014

CRONACA di una REGATA ad alto tasso ALCOLEMICO

BEER CUP 2014 – base nautica GEASvela scuola di mare – Sorico / la Punta

DSC_0407 (FILEminimizer)

13/09/2014  

Il sole splende sullo specchio d’acqua antistante la base del Geas e anche il meteo è favorevole; le attività a terra fervono, gli equipaggi si organizzano e si studiano.

Il regolamento viene letto dal comitato di regata e il percorso viene definito.

Verso le 11.00 la Breva comincia a soffiare sul campo di regata a 12/14 nodi regolari e costanti.

Confidiamo nel suo perdurare…

12 equipaggi, due imbarcazioni (Pudremagique e Robadelgenere), 29 lattine di birra sul pontile, molte di più a terra… gli equipaggi studiano il campo di regata, il pubblico attende…

Si parte!

QUALIFICAZIONI

1ª Regata: Scirocco 4 – Distretto2

Dopo un’ottima partenza, l’equipaggio di Scirocco4 prende il sopravvento su Distretto2 e nel corso della regata incrementa la distanza anche grazie al malore del circuito della scotta della randa di Distretto2 a cui i medici non hanno potuto porre rimedio. Si sa la medicina arriva fin dove arriva… S4 taglia il traguardo con 2’05’’35 di vantaggio su D2.

2ª Regata: Piccoli Navigli – Doppio Malto

Sin dalle prime manovre la regata si annuncia combattuta. Sulla linea di partenza i PN prendono il comando della gara e alla prima boa sono avanti di qualche secondo su DM. Al pontile della birra i PN sbagliano l’accosto, mentre ai DM la manovra di accosto riesce al primo tentativo così lasciano il pontile con un piccolo vantaggio.

PN, al secondo tentativo recupera la birra e si lancia all’inseguimento; grazie alla precisione delle manovre, recupera lo svantaggio e alla seconda boa è in testa.

PN taglia la linea di arrivo con 6’’03 di vantaggio su DM.

3ª Regata: Boia chi Lasca – Barcollo ma non Mollo

Dopo la bella partenza BCL prende un buon vantaggio su BMNM, che si è lasciato sorprendere alla linea di partenza. Nonostante la buona condotta della barca, il pur sempre valido timoniere Davide B. non riesce a raggiungere BCL.

All’arrivo si presenta per primo BCL e dopo 1’ 14’’ 54 passa BMNM.

DSC_0122 (FILEminimizer)

4ª Regata: Cazza La Randa – Lasko Pivo

LP al segnale di start si trova oltre la linea di partenza.

La giuria di regata gli segnala prontamente la penalità. LP esegue immediatamente la penalità facendo il giro della barca giuria.

Nonostante l’errore LP taglia per primo la linea di partenza. CLR al segnale di avvio della regata si trova lontana dalla linea di start, tanto da non poter approfittare dell’errore di LP. L’equipaggio CLR non riesce a colmare lo svantaggio, nonostante le urla del timoniere Fulvio. LP, anche grazie ad un velocissimo recupero di birra al pontile, taglia il traguardo con un vantaggio di 1’ 55’’ 44.

5ª Regata: One More – Nonni Volanti

Tra OneMore e Nonni Volanti la regata si annuncia immediatamente avvincente, la partenza di OM è perfetta. I NV, con Claudio al timone, si lanciano all’inseguimento, recuperando parte dello svantaggio. La barca OM è altrettanto precisa nelle manovre, rendendo vani gli sforzi dei NV. Alla fine OM taglia il traguardo con 8’’66 di vantaggio su NV.

6ª Regata: Ciccioni – Ambarabacicicocò

Si sa, il Presidente quando scende in acqua dà sempre il meglio di sé. Oggi è al timone e ha con sé le Berg’s angels a formare l’equipaggio Ambarabacicicocò.

Gli si contrappongono i Ciccioni, equipaggio e formato da tre agguerriti scout di un certo spessore.

AM si presenta primo alla linea di partenza seguito dai CIC a pochi secondi, il primo lato di bolina è combattuto. I CIC si avvicinano all’imbarcazione avversaria, ma mentre si preparano alla virata sulla prima boa sbagliano e rallentano vistosamente, vanificando tutti i loro sforzi di vittoria. AM manovra con precisione e taglia per prima la linea di arrivo. I CIC arrivano dopo 2’17’’41

CON LA SESTA REGATA SI CONCLUDE LA PRIMA SERIE DI QUALIFICAZIONI.

RIPESCAGGI:

Vengono ripescati i 2 equipaggi che hanno concluso la regata col minor distacco dai vincitori.

RIPESCATO 1 :             DOPPIO MALTO con un distacco di 6’’03

RIPESCATO 2 :             NONNI VOLANTI con un distacco di 8’’66

DSC_0270 (FILEminimizer)

QUARTI

7ª Regata: Scirocco4 – Piccoli Navigli

I due equipaggi risultano particolarmente aggressivi ed agguerriti… I PN tentano di bloccare in boa giuria gli avversari, ma con un’astuta manovra S4 porta la barca con mura a dritta e costringe PN a cedere acqua. Nicola, al timone di S4, con una precisa scelta di tempo ne approfitta e passa sulla linea di partenza in perfetto sincronismo con il fischio di start della giuria.

PN tentano il tutto per tutto, virano immediatamente, portandosi sul lato destro del campo di regata. La scelta però si rivela infruttuosa, S4 incrementa il vantaggio che mantiene fino al traguardo che passa con 1’24’’66 di vantaggio.

8ª Regata: Boia Chi Lasca – Lasko Pivo

La regata si annuncia sin dalle prime manovre combattuta, le due barche si presentano sulla linea di partenza quasi appaiate, ma è BCL a trovarsi sopra vento ai LP. Fazzi, al timone BCL, approfitta di questo vantaggio e con il suo equipaggio manovra con sicurezza riuscendo a tenere sotto controllo gli avversari. LP, con Giancarlo al timone, pur manovrando in modo perfetto non riescono a colmare il ritardo. La barca dei BCL sulla linea di arrivo precede i LP di 19’’53.

9ª Regata: One More – Ambarabacicicocò

I due equipaggi arrivano sul campo di regata molto concentrati e si affrontano con decisione. OM, Luca al timone, esegue manovre molto aggressive, ma Roberto, timoniere di AM, risponde con calma olimpica, colpo su colpo. Al segnale di partenza, della giuria, le due barche si presentano sulla linea di partenza pressoché alla pari. OM riesce a ottenere un piccolo vantaggio sul primo bordo di bolina, ma AM tallona a pochi metri di distanza. La concentrazione, unita alla precisione nel mantenere le andature, premia AM..

Prima della seconda boa, AM riesce a guadagnare un piccolo sopravento e OM, trovandosi tra i rifiuti di vento di AM, è costretta a virare.

AM passa in vantaggio e taglia il traguardo con un distacco di 27’’31

10ª Regata: Doppio Malto – Nonni Volanti

La regata dei ripescati non ha storie, i Nonni Volanti si aggiudicano la gara con un distacco di 59’’ 82… l’esperienza è un alleato prezioso.

DSC_0341 (FILEminimizer)

SEMIFINALI

11ª Regata: Scirocco4 – Boia Chi Lasca

Questa regata è la prima semifinale e si svolge tra due equipaggi molto giovani. Le due barche si affrontano con decisione, mostrando una notevole capacità tecnica. BCL parte in modo ineccepibile e mantiene il lieve vantaggio fino alla banchina della birra… qui si accosta al pontile troppo sotto vento, lasciando spazio a S4 per accostare sopra vento. S4 approfitta dell’opportunità e lascia il pontile in vantaggio, che manterrà fino all’arrivo: 59’’82

Alla fine della gara… l’equipaggio BCL lamenta un’avaria al circuito di scotta della randa, forse senza questo inconveniente il risultato sarebbe stato diverso?

12ª Regata: Nonni Volanti – Ambarabacicicocò

La seconda semifinale è stata ritardata da alcune avarie al Caravel dei NV e la Breva comincia a respirare più lentamente ma in acqua è subito battaglia. AM si presenta primo alla partenza, tallonato a 6’’ dai NV. Claudio, timoniere dei NV, allunga il primo bordo di bolina, verso la riva sinistra del Mera, qui si imbatte in un grumo di alghe galleggianti che gli rallentano la corsa. Questo problema lo perseguita anche nella seconda parte del percorso. AM prosegue lento ed inesorabile e vince con un margine di 3’ 42’’78

FINALE

13ª Regata: Scirocco4 – Ambarabacicicocò

Ci sono due equipaggi diversi per età, ma simili per talento e uniti dalla stessa voglia di vincere.

La Breva non è stata brava e sul campo di regata cala paurosamente, alla partenza le barche manovrano con molta lentezza.

Grazie all’esperienza, dovuta all’età dell’equipaggio e alla frequentazione di acque lacustri e non del timoniere, AM si presenta primo sulla linea di partenza. S4 è incappato in un punto di bonaccia, da cui esce dopo qualche tentativo e con valente perizia tecnica colma inaspettatamente il distacco e sembra prendere un piccolo vantaggio su AM. Una provvidenziale lama di vento riporta in vantaggio AM.

S4 prolunga il bordo di bolina, ma incappa nelle alghe galleggianti, un vero guaio e la regata sembra compromessa. Il vento cala ancora, AM con molta difficoltà cerca di girare la prima boa, ma un’onda birichina gliela fa toccare. La giuria impone una penalità che viene eseguita immediatamente.

S4 è alle prese con i banchi di alghe e non può approfittare dell’accaduto. Il vento sembra rinvenire, AM si avvia al pontile della birra, esegue correttamente l’accosto e si avvia alla seconda boa. S4 si è liberato delle alghe e cerca il miglior assetto per colmare lo svantaggio ma ormai è troppo tardi. AM gira agevolmente la seconda boa e taglia per primo la linea di arrivo.

Vince AMBARABACICICOCO’ (Roberto, Anna, Elena).

Bravissimi Anna, Elena, Roberto, Nicola, Camilla e Lara.

Bravi tutti gli altri per lo spirito competitivo e non solo!

DSC_0064 (FILEminimizer)

Ci congratuliamo con, in ordine di apparizione:

Scirocco4: Camilla, Lara, Nicola
Distretto2: Mauro, Massimo, Maurizio

Piccoli Navigli: Alessandro, Walter, Marinella
Doppio Malto: Daniele, Irene F, Tomas
Boia ci lasca: Frazzi, Mattia, Ricki
Barcollo ma non mollo: Corrado, Davide, Claudio
Cazza la randa: Fulvio, Francesco, Niccolè
Lasko Pivo: Giancarlo, IreneB, Luciano
One More: Luca, Aldo, Teresa

Nonni Volanti: Claudio, Valter, Mario
Ciccioni: Marezza, Sam, Michele
Ambarabàcicicocò: Bergonz, Elena, Anna
Contiamo di rivedervi tutti al più presto alla base del Geas e Ambarabacicicocò ha già lanciato il guantino di sfida per l’edizione 2015.

QUI TROVI TUTTE LE FOTO!!

Ponte 25 Aprile 2013 Lavagna – Cala de’ Medici

PONTE 25 APRILE: Da Lavagna a Cala de’ Medici, tra pioggia ed arcobaleni… 

Alla fine né ricci, né huitres, anche quest’anno il meteo non ci è stato favorevole e ci ha suggerito di costeggiare verso Sud, per evitare burrasche… abbiamo fatto tappa a Viareggio e a Cala de’ Medici, per poi rientrare diretti… un’esperienza di navigazione comunque interessante, con imprevisti meccanici (il motore imbarcava acqua di mare nel circuito del liquido di raffreddamento, scaricando dal troppo pieno direttamente in sentina!!)  e condizioni molto variabili (da 0 a 31 nodi!) … trovi le foto su Facebook o su Picasa

IMG_7978

BeerCup 2013

BEER-CUP 2013 – Vittoria per il presidente!

L’ha pensata, l’ha fatta, l’ha portata, la sudata… e se l’è vinta!! La Beer-cup 2013 va al nostro Presidente Roberto Bergonzi ed al suo equipaggio “Ambarabà”!

E’ stata un’edizione particolarmente combattuta e popolata. Ben 16 gli equipaggi presenti, con una notevole presenza del gruppo Scout nautico Val d’Enza (4 equipaggi) e, per la prima volta, di alcune ragazze di Lega Ambiente e del CUS Vela Milano.

I match race si sono svolti dalle 12 alle 19 circa, con vento molto variabile in intensità e direzione.

Grazie ai 16 equipaggi, agli organizzatori e a tutti i presenti!

Per le foto su Facebook clicca qui, se non hai Facebook clicca qui 

Regata attorno all’Elba

Sabato 11 Maggio 2013 si è tenuta la regata Palindroma intorno all’isola D’Elba. Una flotta di oltre 30 imbarcazioni d’altura che, da Marciana Marina circumnaviga l’Elba, indifferentemente verso est (in senso orario) o verso ovest (in senso antiorario).

A questa regata (su invito dell’armatore di un Hanse 49,5), hanno partecipato 2 componenti del nostro circolo, Claudio Pilotti e Luciano Barbariol.
La scelta, basata sui modelli meteo (risultata poi sbagliata), è stata quella di andare in senso antiorario. Partenza ore 7,15 da Marciana marina, nei primi 30 minuti, tutta la flotta ha ciondolato in attesa di qualche refolo, poi partenza mure a sx con ponente inferiore ai 5 nodi. Dopo 20 minuti avevamo 12 knt di reale, issato il Q-Zero, vela da bolina larga navigavamo a 9 knt. Alle 9,30 il vento gira di 20 gradi a dx, issiamo il gennaker e via verso sud. Ma l’imprevisto si è manifestato d’avanti a punta polveraia, 3 ore in una bolla a 0,5 knt. Finalmente il maestrale (in ritardo rispetto ai modelli) arriva.
Partiamo a tutta birra, ma ormai nessuna più speranza di fare risultato.
Abbiamo avuto aria sino alla fine della regata, con rinforzi sino a 20 knt e mare 5 nel canale di Piombino. Arrivo a Marciana alle 19,45.
Quasi 12 ore di navigazione a tratti impegnativa, ma di grande soddisfazione.
Confidiamo nella prossima edizione…
(Luciano)

Barcolanal 2012

DSC_0432

Si è conclusa (purtroppo) la nostra Barcolana (20 soci, su 4 J24), in estrema sintesi: sabato giornata divertente ed adrenalinica: 25 nodi, raffiche di bora, con i J24 che facevano una bella scia bianca e onde dal tanto che filavano (nessuno se l’è sentita di issare lo spi…), la sera, sparsi per Trieste, chi al concerto di Elio, chi in ristoranti, birrerie, bettole… Il mattino dopo, lo spettacolo delle 1730 barche pronte alla partenza… andiamo compatti e ci troviamo perfetti sulla linea di partenza al botto del via… unico assente… il vento! Verso le 13 constatiamo che non saremmo mai riusciti ad arrivare per tempo, ci ritiriamo con un filo di delusione, ma contenti di vedere che le barche dietro di noi erano molte di più di quelle davanti… Il vento è mancato per tutta la giornata, solo 20 barche sono arrivate entro il tempo limite, altre 100 sono entrate in classifica grazie ad una deroga, nessuna della nostra categoria è arrivata per tempo. Il primo (al solito Esmit Europa) ci ha messo 4 ore (ma aveva una barca “leggermente” più grande delle nostre…). In ogni caso, la Barcolana è sempre uno spettacolo, prima di rientrare stavamo già per prenotare l’albergo per il prossimo anno… (nella foto, 3 dei nostri J24 rientrano dopo aver atteso invano il vento…)